mercoledì 12 dicembre 2012

MESSAGGI SUBLIMINALI: DOVE, COME E QUANDO








Il metodo più efficace per difendersi dalla manipolazione subconscia consiste nell'essere consapevoli del suo funzionamento. Steven Jacobson, autore di Mind Control in the United States è stato per anni un tecnico cinematografico con esperienza nel campo delle tecniche subliminali usate nei mezzi di comunicazione. La percezione subliminale è un processo, un processo intenzionale creato dai tecnici
delle comunicazioni, mediante il quale si riceve e si risponde ad informazioni e ad istruzioni senza essere consapevoli di ciò che sta avvenendo. Preoccupante? Potete scommetterci! E come spiega Jacobson in questo libro, ciò sta accadendo in America e in tutto l'Occidente proprio oggi. Mind Control in the United States è un'introduzione alla storia e alla messa in atto della persuasione subliminale. Esso delinea i principî della programmazione mentale, come ad esempio il fatto che una distrazione iniziale dev'essere sempre seguita da comandi ripetitivi, e ci dice come queste idee vengano perfezionate. Inoltre, il libro ci dice quando e dove queste tecniche sono state usate. Gli esempi forniti da Jacobson variano da In Flight Motion Pictures, Inc (1973), a film di successo come Reefer Madness («La pazzia dello spinello»; 1936), L'Esorcista (1973), e My World Dies Screaming («Il mio mondo muore urlando», più conosciuto con il titolo Terror in the Haunted House; 1961). Gli effetti sul pubblico sono descritti graficamente. Il caso del film L'Esorcista è particolarmente interessante. William Peter Blatty, autore del libro e produttore del film, è un ex agente operativo della CIA. Blatty ha alle spalle una lunga carriera di manipolazioni psicologiche governative. Una persona dev'essere abbastanza ingenua per credere che non ci sia un collegamento tra la carriera di Blatty nella CIA e la sua scelta di inserire messaggi subliminali nel film da lui prodotto.


Reefer Madness My World Dies Screaming L'Esorcista

Similmente, le tecniche subliminali vengono usate anche alla radio e alla televisione. Alcune recenti ricerche hanno esplorato a fondo la percezione extra-sensoriale (ESP), l'uso della meditazione e della marijuana per generare stati alterati di coscienza. Le esperienze extra-corporee documentano apparentemente come la ricerca sia avanzata ben oltre di quanto creda l'opinione pubblica. Ma chi è responsabile di questa sperimentazione intrusiva su individui liberi in una società libera? Jacobson identifica, esempio dopo esempio, il cosiddetto establishment orientale, un circolo ristretto che ha inventato organi mondialisti come il Council of Foreign Relations, il Bilderberger Club e altri circoli elitari come la fonte primaria di queste manovre. Anche a livello della Casa Bianca, la falsità non è stata solo praticata da quel grande ingannatore che fu Richard Nixon (1913-1994), ma anche dai presidenti Lyndon B. Johnson (1908-1973), Jimmy Carter e Ronald Reagan (1911-2004). A livello sociale, ogni grande agenzia pubblicitaria ha sperimentato la manipolazione subliminale. In conclusione, la falsità è stata usata per nascondere la penetrante erosione delle nostre libertà costituzionalmente garantite. Sfortunatamente per noi, l'opera 1984 di George Orwell (1903-1950) era in anticipo rispetto al previsto. Ciò che è allarmante è che pochi, veramente pochi individui comprendono che la falsità è già parte della struttura sociale. Non sappiamo se 1984 è già arrivato perché siamo stati condizionati al fine di non sapere. Nel frattempo, i media hanno creato uno stato di tumulto interiore nelle persone ritraendo continuamente la violenza, il caos e un comportamento irrazionale. Questo stato interiore è riflesso nel caotico mondo esterno. Cosa si può fare? Spero che questo scritto aumenti nel lettore il senso di scetticismo quando viene a contatto con l'establishment e con i suoi rappresentanti. Evidentemente, ognuno di noi ha il dovere di difendere la libertà, di scoprire la verità e di diffonderla. Le righe che seguono sono preziosissime a questo scopo. Almeno sapremo che qualcuno ha tentato di farci il lavaggio del cervello e come lo ha fatto.


William Peter Blatty Richard Nixon George Orwell


Anthony C. Sutton 2

l Il potere della musica

Tornate indietro con il pensiero a quando siete stati rattristati dall'ascolto di una canzone. Forse vi ha strappato qualche lacrima. È probabile che avrete sentito nel vostro stomaco una specie di cambiamento nella tensione del muscolo. Il potere della musica è stato riconosciuto nel corso dell'intera Storia dell'umanità. Platone (428-348 a. C.) e Aristotele (384-322 a. C.) credevano che le persone potessero essere controllate attraverso la musica. Essa colpisce il vostro corpo, la vostra mente e le vostre emozioni. Il suono causa cambiamenti nella chimica del vostro corpo, nella pressione sanguigna e nella digestione. Anche il suono che non potete sentire vi colpisce. Le basse frequenze «infrasoniche» colpiscono i vostri organi interni e possono provocare mal di testa, nausea, capogiri e senso di affaticamento. La musica veloce può accelerare il funzionamento del sistema nervoso, mentre la musica lenta può rallentarne le funzioni. Tutto il vostro corpo è sensibile al suono. I suoni vibrano in diverse parti del corpo. I toni bassi vibrano nelle parti più basse del vostro corpo, mentre i toni alti vibrano nelle porzioni più alte, e soprattutto nella testa 3. Negli anni Sessanta, la celebre rockstar Jimi Hendrix (1942-1970) affermò: «Tu puoi ipnotizzare la gente con la musica, e quando essa si trova nel suo punto più debole puoi predicare al loro subconscio qualunque cosa le vuoi dire» 4. Buona parte della musica rock odierna è costruita attorno ad un modello di bassi pesanti, molto più forti della melodia. Le vibrazioni prodotte da queste basse frequenze caratteristiche del rock colpiscono la ghiandola pituitaria. Quest'ultima produce gli ormoni che vanno a controllare le risposte sessuali degli uomini e delle donne 5. Tali vibrazioni prodotte dalle basse frequenze vibrano nelle parti più basse del vostro corpo in modo che la musica si «sente» bene. È importante notare che le parole che compongono i testi di molte canzoni rock non sono chiaramente distinguibili. Ora, ricordate che la vostra mente subconscia sente tutto. La ripetizione del messaggio è il cuore della programmazione mentale. La ricerca ha dimostrato che ciò che viene udito reiteratamente, al di là del fatto se è stato cercato o meno, produce accettazione e preferenza 6. Quando non è possibile udire chiaramente il messaggio, non si può fare una scelta consapevole accettandolo o rifiutandolo. Nel caso in cui non si possa operare una scelta o la possibilità di operare quella scelta ci viene sottratta, il messaggio viene direttamente programmato alla vostra mente subconscia senza che ne abbiate la consapevolezza, circonvenendo così l'analisi e la scelta di accettare o meno il contenuto del messaggio. Nel tempo, gli effetti di quel genere di programmazione faranno la loro comparsa. Questi effetti possono essere fisici, psicologici ed emotivi. La maggior parte delle persone non coglie consapevolmente le cose che la colpiscono in modo subcosciente perché non sa cosa cercare. Tuttavia, quando gli vengono fatte notare certe cose, esse vengono riconosciute e comprese. È stato stabilito dalla ricerca che la mente subconscia è in grado di leggere le parole riflesse allo specchio (mirror reading) o di riconoscere le immagini capovolte 7. Ciò vale anche per le parole dette o cantate a rovescio. Tale fenomeno è stato chiamato backward masking 8. I Beatles iniziarono ad usare il backward masking nel loro White Album (Apple Records 1978), con la canzone Revolution 9. Una voce dice ripetutamente: «Number nine, number nine, number nine...» (Numero nove, numero nove, numero nove...»). Suonata all'indietro quella frase diviene «turn me on, dead, turn me on, dead man, turn me on, dead man...» («eccitami, uomo morto, «eccitami, uomo morto, «eccitami, uomo morto...») 9. Qualcuno iniziò a dire «Paul è morto»! Materiale di vario genere sulla «morte» di Paul era già stato precedentemente inserito nell'album Magical Mystery Tour (Parlophone 1967), e in particolare negli ultimi solchi del brano Strawberry Fields. Una voce a basso volume bisbiglia: «I buried Paul» («Ho sepolto Paul»). 10. Duemila anni fa, Platone, nella sua opera utopistica Repubblica, sottopose la musica popolare ad una censura severa 11. Nella Germania nazista, il ministero della propaganda utilizzò la musica per creare uno stato di mentale nel popolo tedesco 12. Nell'ex Unione Sovietica, una commissione statale determinava quale genere di musica poteva essere ascolta. Se la musica è stata considerata un potente strumento per il controllo mentale nell'ex Unione Sovietica, perché ciò non dovrebbe valere per gli Stati Uniti e per il resto del mondo? L'ayotollah Khomeini (1902-1989), leader storico dell'Iran, controllò scrupolosamente la musica che veniva trasmessa e proibì certi generi musicali come una minaccia al suo dominio 13. Nel libro 1984 di Orwell, la musica viene ermeticamente controllata a causa del suo potere di comunicare e influenzare il comportamento umano.

l Il subliminale alla radio e alla televisione

Spesso, mentre guarda la televisione, si crea nello spettatore uno stato alterato di coscienza, in quanto se da una parte lo schermo televisivo è statico, in realtà guizza di luce. Qual'è la causa scatenante di questo stato alterato? Nell'ipnosi, ciò accade in seguito al rilassamento del corpo e ad una voce attentamente modulata. L'ipnotista parla seguendo un ritmo regolare, come se adeguasse le sue parole al battito di un metronomo 14. Infatti, nessuna luce o suono modulato può indurre nello stato ipnotico, uno stato mentale opaco che è come «sognare ad occhi aperti». Questo è uno stato alterato di coscienza. Pensi a quante volte ti sei accorto che stavi fissando in modo assente lo schermo televisivo, perdendo ogni cognizione di tempo e di luogo. Quando smetti di pensare consapevolmente e la tua mente vaga nel vuoto, ti trovi nello stato più suggestionabile. È in questo stato mentale in cui si è più ricettivi alla programmazione mentale. Pensa a quante volte hai visto lampeggiare spot pubblicitari alla televisione. Le parole che sfrecciano velocemente sullo schermo sono la distrazione consapevole degli occhi. Mentre questi occhi sono occupati, il messaggio proiettato è programmato per comunicare direttamente alla tua mente subconscia. Qualsiasi cosa venga percepito consapevolmente può essere valutato, criticato, discusso, disputato, e possibilmente rifiutato. Ogni informazioni programmata subliminalmente per giungere alla tua mente subconscia non incontra alcuna resistenza. Tali informazioni subliminali verranno immagazzinate nel tuo cervello con un'identificazione che provocherà una reazione di allarme ritardata in grado di influenzare il tuo comportamento 15. Il 22 giugno 1956, la British Broadcasting Corporation (BBC) sperimentò la proiezione di immagini subliminali alla televisione. Alcune figure vennero balenate sullo schermo troppo rapidamente per essere viste consapevolmente, ma rimasero impresse nel subconscio dei telespettatori 16. La percezione subliminale è un processo mediante il quale si riceve e si risponde ad informazioni visive o foniche senza esserne consapevoli 17. Il messaggio, nella forma di parole stampate, immagini o voci, viene presentato così rapidamente o così debolmente che l'individuo non è consapevole di averlo visto o sentito 18. L'esperimento eseguito dalla BBC venne seguito da un esperimento simile da parte della Canadian Broadcasting Corporation, che proiettò alla televisione alcune immagini subliminali 19. In Messico, un'emittente radiotelevisiva commerciale eseguì numerosi esperimenti utilizzando tecniche subliminali 20. Negli Stati Uniti, la stazione televisiva WTWO di Bangor, nel Maine, condusse un esperimento nel novembre del 1957 21. Gli esperimenti non furono limitati solo alla televisione. Nel 1958, la stazione radiofonica WAAF di Chicago diffuse delle pubblicità «subudibili». L'emittente KOL di Seattle trasmise alcuni messaggi preregistrati appena udibili nascosti «sotto» la musica suonata dai suoi DJ. Uno di essi chiedeva: «How about a cup of coffee»? («Che ne dici di una tazza di caffè»?), mentre un altro diceva: «Someone's at the door» («C'è qualcuno alla porta»). Il ricercatore di mercato e psicologo James McDonald Vicary sperimentò un paio di annunci subliminali in un cinema del New Jersey. Le scritte «Hungry? Eat Popcorn» («Hai fame? Mangia il popcorn») e «Drink Coca-Cola» («Bevi Coca-Cola») vennero balenate sullo schermo per 1/3000º di secondo ogni cinque secondi per tutta la durata del film. Le vendite aumentarono sia per il popcorn che per la Coca-Cola 22. L'8 dicembre 1972, il New York Times riportò che la In-Flight Motion Pictures Inc. avrebbe iniziato a vendere pubblicità subliminali inserite nei film che avrebbe distribuito per tutte le principali linee aeree 23. Diversi supermercati in tutto il Paese hanno ridotto il taccheggio del 30-50% trasmettendo messaggi subliminali come «I will not steal» («Non ruberò») 24. La ditta Stimutech, di Lansing Est, nel Michigan, ha messo in commercio un elaboratore video che balena messaggi subliminali sul suo schermo mentre si guarda la programmazione normale. Gli inserti subliminali sono stati preparati da una squadra di psicologi per modificare i modelli di pensiero e di comportamento dello spettatore 25. Usando ciò era chiamato Precon Process, il ritratto di un teschio e la parola blood («sangue») vennero flashati subliminalmente sullo schermo durante la proiezione del già citato film My World Dies Screaming (vedi foto a lato). Determinate parole e immagini provocano forti risposte emotive nelle persone. Esperimenti di laboratorio hanno dimostrato che gli individui reagiscono a parole come «sangue» e ad immagini di teschi con un'accelerazione del battito cardiaco, con un aumento della respirazione, con la sudorazione del palmo della mano e con la comparsa di altri indicatori di intense emozioni 26. Nel film L'Esorcista venne fatto uso di suoni e di immagini subliminali. Un diverse occasioni, durante il film, il volto di Padre Karras diventa un paio di frames una maschera di morte a pieno schermo. Durante la proiezione di una pellicola, ogni secondo vengono proiettati sullo schermo ventiquattro frames. La maschera mortuaria balena sullo schermo per 1/48º di secondo 27. La parola pig («maiale») passa inosservata per diverse volte durante il film 28. Il grugnito terrificante di maiali che vengono macellati è stato sottilmente mixato nell'audio del film 29. Il suono del ronzio di api adirate e agitate è stato inserito in molte scene della pellicola 30. Durante la proiezione del film, numerose persone sono realmente svenute, molte di più hanno accusato nausea in gradi diversi, mentre un gran numero di spettatori turbati da ciò che avevano visto ha avuto terribili incubi 31. È interessante notare che William Peter Blatty, l'autore del romanzo e produttore del film, è un ex agente operativo della CIA, in cui ha prestato servizio come capo filiale nella Divisione di Guerra Psicologica dell'Aereonautica Statunitense 32. Secondo documenti precedentemente classificati, la CIA avrebbe testato la manipolazione subliminale in diversi cinema verso la fine degli anni '50 33.

l La manipolazione cinematografica

Il film di kung-fu di Bruce Lee (1940-1973) intitolato Game of Death («Gioco di morte», 1978, uscito in Italia con il titolo L'ultimo combattimento di Chen) illustra come sia facile manipolare ciò che pensa il pubblico. Bruce Lee viene accreditato come il protagonista, mentre in realtà un attore lo impersona per tutto il film. Angoli selettivi di macchina fotografica tentano di nascondere lo scambio. Primi piani di Bruce Lee presi da altri film vengono usati per dare l'impressione che l'attore appaia in tutta la storia. Le differenze sullo sfondo di questi primi piani e i cambiamenti di colore rivelano l'uso di questa tecnica. Questo film venne montato abilmente fino alle sequenze cruciali di lotta che sono state realmente girate da Bruce Lee. «Le fondamenta dell'arte cinematografica stanno nel montaggio», ha scritto il regista cinematografico russo Vsevolod Pudovkin (1893-1953) nella prefazione all'edizione tedesca del suo libro sulle tecniche cinematografiche. In un esperimento condotto alla Scuola Cinematografica di Mosca, Lev Kuleshov (1899-1970) creò l'impressione di una sola attrice congiungendo la faccia di una donna, il torso di un'altra, le mani di un'altra e le gambe di un'altra ancora. Un anonimo tecnico cinematografico britannico è stato citato in un articolo apparso in prima pagina sul London Tribune, del 5 agosto 1949: «Con un taglio giudizioso e un abile uso degli angoli della macchina fotografica, è semplice prendersi gioco di chiunque. Possiamo distorcere l'enfasi e il significato dei discorsi dei Ministri non solo tagliando alcune asserzioni, ma col semplice uso dello zoom e dei primi piani. Ad ogni asserzione detta in primo piano viene dato maggiore significato sullo schermo che ad un'altra presa da lontano. Non c'è fine ai trucchi che possiamo usare con una semplice apparecchiatura» 34.


Game of Death Vsevolod Pudovkin Lev Kuleshov

Alcuni dei più spettacolari spezzoni cinematografici del terremoto di San Francisco del 1906 furono contraffatti. Spesso, le società di telecronaca inscenano degli eventi. Durante la Rivoluzione messicana del 1914, gli operatori si misero d'accordo con Pancho Villa (1878-1923) affinché le sue battaglie avvenissero nelle ore diurne e gli chiesero di aspettare a lanciare l'attacco finché le macchine fotografiche non fossero state al loro posto. Gran parte della telecronaca della Prima Guerra Mondiale è stata falsata. Il Literary Digest dedicò a questo problema un articolo apparso nel numero del 13 novembre 1915. La pratica di alterare le scene con delle celebrità sostituendole con dei sosia è stata frequentemente usata dal The March of Time. Esempi di contenuti artefatti, di ricreazione e di sostituzione di personalità sono stati documentati da Raymond Fielding nell'American Newsreel. Il 30 ottobre 1938, il pianeta Terra venne invaso dai marziani... non realmente, ma molte persone ci credettero. Il New York Times, di lunedì 31 ottobre 1938, riportò l'ondata di isterismo di massa che si è impossessata di migliaia di radioascoltatori in tutta la nazione tra le 18,15 e le 21,30 quando durante una trasmissione è stato letto con toni drammatici un estratto dell'opera fantasy di Herbert George Wells (1866-1946) The War of the Worlds («La Guerra dei Mondi»; 1897), convincendo migliaia di ascoltatori che era iniziato un conflitto interplanetario contro gli invasori marziani, i quali avevano sparso morte e distruzione nel New Jersey e a New York. «Siamo pronti a credere pressoché qualsiasi cosa provenga da un'autorità riconosciuta», scrisse Howard Koch (1902-1995) nel suo libro The Panic Broadcast («Il panico in onda»). Koch scrisse l'adattamento radiofonico letto e interpretato ai microfoni da Orson Welles (1915-1985) e dal suo Mercury Theatre on CBS. Migliaia di persone fuggirono da una guerra che non esisteva se non nella loro immaginazione.


Raymond Fielding Howard Koch Orson Welles



Note

1 Traduzione di un estratto dall'originale inglese Mind Control in the United States («Il controllo mentale negli Stati Uniti»), Critique Pub 1985, a cura di Paolo Baroni. Scritto reperibile alla pagina web
http://www.bibliotecapleyades.net/archivos_pdf/mindcontrol_usa.pdf
Chi fosse interessato all'opera di Steven Jacobson e alle sue attività, consigliamo di visitare il suo sito ufficiale alla pagina web
http://www.mindcontrolinamerica.com/
2 Antony Cyril Sutton (1925-2002) è stato un economista, uno storico e uno scrittore inglese di grande valore. Le sue opere sono un punto di riferimento per chi vuole conoscere quei fatti nascosti nelle pieghe della Storia che vengono volutamente taciuti dai mass media in quanto politicamente scorretti (N.d.T.).
3 Cfr. S. Halpern, Tuning The Human Instrument («Accordando lo strumento umano»), Spectrum Research Institute, Belmont 1978, pag. 47.
4 Cfr. Life, del 3 ottobre 1969, pag. 74.
5 Cfr. S. Kirban, «Rock Music Is Big Business» («La musica rock è un grosso affare»), in L. Hart, Satan's Music Exposed («La musica di Satana illustrata»), Salem Kirban, Huntington Valley 1981, pag. 45.
6 Cfr. P. Haack, «Is Big Brother Watching»? («Il Grande Fratello sta guardando»?), in Music Educators Journal, maggio 1982, pag. 26.
7 Cfr. W. B. Key, Subliminal Seduction («Seduzione subliminale»), Prentice-Hall, Englewood Cliffs 1973, pagg. 91-92.
8 Cfr. J. Aranza, Backward Masking Unmasked, («Il rovesciamento mascherato smascherato»), Huntington House, Shreveport 1983, pagg. 1-2; N. F. Dixon, Subliminal Perception: the Nature of a Controversy («La percezione subliminale: la natura di una disputa»), McGraw-Hill, New York 1971, pagg. 53-54.
9 Cfr. J. Aranza, op. cit., pag. 9.
10 Cfr. W. B. Key, Media Sexploitation, («Lo sfruttamento del sesso da parte dei media»), Prentice-Hall, Englewood Cliffs 1976, pag. 120.
11 Ibid., pag. 118.
12 Cfr. L. E. Moller, «Music in Germany During the Third Reich: The Use of Music for Propaganda» («La musica in Germania durante il Terzo Reich: l'uso della musica per propaganda»), in Music Educators Journal, novembre 1980, pag. 40.
13 Cfr. P. Haack, art. cit., pag. 27.
14 Cfr. D. Sutphen, Unseen Influences («Influenze invisibili»), Pocket Books, New York 1982, pag. 28.
15 Cfr. B. W. Key, Subliminal Seduction, pag. 135.
16 Cfr. M. Mannes, «Ain't Nobody Here But Us Commercials» («Non c'è nessuno qui, solo pubblicità»), in Reporter, del 17 ottobre 1957, pag. 35.
17 Cfr. O. Goodkin-M. A. Phillips, «The Subconscious Taken Captive: A Social, Ethical, and Legal Analysis of Subliminal Communication Technology» («Il subconscio imprigionato: un'analisi sociale, etica e legale della tecnologia della comunicazione subliminale»), in Southern California Law Review, luglio 1980, pag. 1081.
18 Cfr. N. F. Dixon, op. cit.
19 Cfr. «TV's 'Invisible Ads' Called Ineffective» («Le "pubblicità invisibili" alla tv dichiarate inefficaci»), in Science Digest, maggio 1958. pagg. 22-23.
20 Cfr. W. B. Key, The Clam-Plate Orgy: And Other Subliminal Techniques for Manipulating Your Behavior («L'orgia nel piatto di vongole: e altre tecniche subliminali per manipolare il vostro comportamento»), Prentice-Hall, Englewood Cliffs 1980, pag. 148.
21 Cfr. «TV's 'Invisible Ads' Called Ineffective», in Science Digest, pag. 23.
22 Cfr. H. Brean, «Hidden Sell Technique Is Almost Here» («La tecnica nascosta di vendita c'è quasi»), in Life, del 31 marzo 1958, pagg. 102-104.
23 Cfr. W. B. Key, Media Sexploitation, pag. 116.
24 Cfr. «50 Stores Use Subliminal Messages, Expert Says» («Gli esperti affermano che cinquanta supermercati usano messaggi subliminali»), in Winston-Salem Journal, dell'8 agosto 1984, pag. 13.
25 Stimutech, Inc., 16262 Chandler Road, East Lansing, Michigan, 48823.
26 Cfr. H. Brean, art. cit.
27 Cfr. W. B. Key, Media Sexploitation, pagg. 102-103.
28 Ibid., pag. 112.
29 Ibid., pag. 111.
30 Ibid., pag. 110.
31 Ibid., pagg. 99.
32 Cfr. O. Goodkin-M. A. Phillips, art. cit., pag. 1084; cit. in Lee, «The CIA's Subliminal Seduction» («La seduzione subliminale della CIA»), in High Times, febbraio 1980, pag. 96.
33 Cfr. O. Goodkin-M. A. Phillips, art. cit., pag. 1084.
34 Cfr. R. Fielding, The American Newsreel 1911-1967 («Il cinegiornale americano 1911-1967»), University of Oklahoma Press, Norman 1972, pag. 241.

Nessun commento:

Posta un commento