giovedì 25 aprile 2013

NAPOLITANO NON ERA RIELEGGIBILE - DENUNCIATO IL COLPO DI STATO


NAPOLITANO NON ERA RIELEGGIBILE - DENUNCIATO IL COLPO DI STATO

VIDEO SPIEGAZIONE DELLE IRREGOLARITA' COSTITUZIONALI:
http://www.youreporter.it/video_DENUNCIATO_IL_COLPO_DI_STATO

Il 23 Aprile 2013 alle ore 19:30 il Sig. Orazio Fergnani - con al seguito un gruppo di cittadini - si è recato presso la stazione dei Carabinieri di La Storta in Roma e ha esposto formale Querela Denuncia nei confronti di Giorgio Napolitano e tutte le cariche dello Stato per Alto Tradimento e Colpo di Stato appellandosi al divieto costituzionale di Rielezione del Presidente della Repubblica.

Secondo il Sig. Orazio Fergnani - per i padri fondatori della costituzione italiana - era più che evidente il divieto di rielezione del Presidente della Repubblica dopo lo scadere del suo mandato.

La Querela Denuncia fa appello ai verbali dell'assemblea costituente in cui era stata più volte dibattuta la rieleggibilità del Presidente della Repubblica
senza però trovare mai l'approvazione dell'assemblea che si espresse sempre e costantemente con parere negativo.

Tutte le informazioni sulla Querela Denuncia in questione:

PUBBLICAZIONE DELLA DENUNCIA:
http://www.albamediterranea.com/index.php?option=com_k2&view=item&id=169%3Aquerela-contro-giorgio-napolitano-e-parlamento-per-alto-tradimento-e-colpo-di-stato-dovuta-al-divieto-costituzionale-di-rielezione-di-orazio-fergnani&Itemid=113

LINK VERBALI ASSEMBLEA COSTITUENTE:
http://www.camera.it/_dati/costituente/lavori/II_Sottocommissione_I_Sezione/sed001/sed001.pdf

VIDEO: INTERVISTA DEI DENUNCIANTI
http://www.youtube.com/watch?v=2aox5VMqlt0

VIDEO: SPIEGAZIONI DEL DENUNCIANTE DAVID RORRO
https://www.youtube.com/watch?v=hjhBfcEYQgc

VIDEO: IL FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA:
http://www.youtube.com/watch?v=4I2zfmhGYAA

Fonte

1 commento:

  1. In questo modo si rischia solo di coprirsi di ridicolo. Anzitutto perché a porre Napolitano in stato d'accusa può essere solo il Parlamento in seduta comune, dunque le denunce non servono a una ceppa. E poi perché la rielezione di Napolitano non è un colpo di Stato nel senso di essere preclusa dalla Costituzione (del resto non sarebbe imputabile a Napolitano stesso, ma al Parlamento, dunque l'accusa non avrebbe senso). La rielezione è però parte di un'azione piú ampia del presidente illegittimo della Repubblica, azione che può benissimo rappresentare un attentato alla Costituzione.
    Egli ha infatti, nell'ordine:
    1) costituito una maggioranza parlamentare (le "larghe intese");
    2) predisposto un programma di governo (i suggerimenti dei "saggi");
    3) presentato di fatto questo programma al Parlamento in seduta comune e ottenuto la "nomina" (la rielezione);
    4) chiesto la fiducia (!) alle Camere nel discorso di insediamento (con la promessa di dimissioni in caso di crisi di governo).
    In altre parole, questo usurpatore è sí responsabile di alto tradimento e/o attentato alla Costituzione, ma per essersi in tutto e per tutto sostituito al Governo, tant'è vero che la stampa embedded parla eufemisticamente di "presidenzialismo di fatto" (che equivale, però, a dire colpo di Stato).

    RispondiElimina