lunedì 23 settembre 2013

GOOGLE MEMORIZZA LE PASSWORD WI-FI NEI PROPRI SERVER, ECCO COME

Come spiega il quotidiano svizzero Le Matin, Google conserverebbe nei suoi server le password Wi-Fi di coloro che si connettono tramite un dispositivo Android. Il tutto, però, può essere disattivato.




Google finisce ancora sotto accusa, stavolta in merito alle connessioni wi- fi. Il motore di ricerca più importante del mondo, infatti, come scoperto da un blogger americano, memorizza nei propri server le password per l’accesso a una rete wi-fi, utilizzate dagli utenti che possiedono un dispositivo Android. La notizia è stata riportata dal quotidiano svizzero Le Matin, il quale spiega come il tutto avvenga, nel momento in cui una persona si connette alla rete e usi un qualsiasi accountGoogle (Gmail, Plus o Youtube); il dispositivo Android, infatti, da quel momento ricorderà, sempre, il punto Wi-Fi da cui il cellulare si è connesso, ma quest’ultimo sarà memorizzato anche nei server di Mountain Wiew. Ovviamente, la notizia non ha fatto felice i milioni di utenti Android di tutto il mondo (visto i molti scandali di spionaggio cui si è assistito in questi mesi), e sia per questo che per temute ripercussioni economiche, Google si è affrettato a chiarire la questione attraverso un comunicato: l’azienda, infatti, ha rassicurato che i codici sono al sicuro e rimangono privati, aggiungendo che vengono si salvati in automatico, ma solo per questioni di comodità dell’utente. Per la cronaca, per disattivare l’opzione di memorizzazione delle password basta recarsi in “Impostazioni>Backup” e ripristino e depennare l’opzione “Backup dati”, ma sono in molti quelli che consigliano di cambiare direttamente la password del proprio router.

Nessun commento:

Posta un commento